Vigor Carpaneto trascendentale: è poker al Crema [IL VIDEO]

di Ermanno Marino
Fonte: Luca Ziliani
Vedi letture
Foto

È una Vigor trascendentale quella che spazza via il quotato Crema nel quart’ultimo match di regular season di serie D tra due formazioni a ridosso della zona play off. Quattro a uno il risultato a favore del Carpaneto, sempre settimo in graduatoria ma ora a -1 dal sesto posto occupato proprio dalla formazione lombarda, mentre i biancazzurri di Veronese, festeggiando l’undicesima vittoria stagionale, si preparano al meglio al derby di giovedì a domicilio del Fiorenzuola, attualmente quinto e in zona play off.

Al “San Lazzaro”, una partita dominata dai padroni di casa, subito a segno al 2’ con Baschirotto e letali in avvio di ripresa con Mastrototaro. I gol di Rossi e Rantier hanno dilatato il gap, con la rete della bandiera del Crema (mai in partita dopo esser stato colpito a freddo) arrivata negli ultimi secondi del recupero. Così, la Vigor sale a quota 44 punti, a una sola lunghezza dal record in serie D conquistato l’anno scorso, tra l’altro in un girone a 20 squadre.

LA PARTITA – Al fischio d’inizio, Veronese schiera la Vigor con il 4-3-3, con capitan Fogliazza terzino destro, mentre a far coppia con Baschirotto nel cuore della retroguardia è Zuccolini. Il Crema, invece, risponde con il 4-4-2 con Ferrari-D’Apollonia in avanti.

Passano centoventi secondi e il Carpaneto passa in vantaggio alla prima occasione: corner dalla destra di Rantier e incornata vincente di Baschirotto. Sul terreno reso viscido dalla pioggia, i calci piazzati rappresentano momenti importanti e così al 14’ è il Crema a provarci: calcio d’angolo di Radrezza e spizzata di Ferrari con palla a lato. Le due squadre non rinunciano a giocare, ma al 31’ è una punizione di Rantier a impensierire Marenco, in difficoltà con la traiettoria rasoterra resa velenosa dal terreno. Il portiere ospite si ripete due minuti dopo sul tiro di Mastrototaro, mentre al 34’ Corioni protesta per un atterramento in area, ma per Deborah Bianchi è tutto regolare. Al 45’ corner per il Crema, ma l’arbitro non lo fa battere dopo che il tempo era scaduto da una manciata di secondi.

Nella ripresa, i bianconeri ripartono forte e dopo tre minuti D’Appolonia impensierisce Terzi dalla distanza, con il portiere che fa sua la sfera a più riprese. Al 51’, però, la Vigor raddoppia: bella palla messa in mezzo da Fogliazza per l’inserimento preciso di Mastrototaro che insacca di testa per il 2-0 piacentino. Le marcature di casa diventano tre con un diagonale di Rossi al 59’. Stankevicius rivoluziona la squadra con un triplo cambio, ma l’inerzia del match non cambia. Si arriva ai minuti finali, dove all’88’ il neoentrato Tinterri colpisce il palo, mentre un minuto dopo Giosu viene espulso per doppia ammonizione. Al 91’ poker di Rantier con una magistrale punizione, mentre al 94’ Porcino segna la rete della bandiera.

 

Vigor Carpaneto 1922-Crema 1908 4-1

Vigor Carpaneto 1922: Terzi, Fogliazza, Barba (86’ Tinterri), Abelli, Zuccolini (83’ Rossini), Baschirotto, Rossi (74’ Viola), Mastrototaro (76’ Mauri), Rantier, Corioni, Carrozza (86’ Favari). (A disposizione: Vagge, Cornaggia, Quaggio). All.: Veronese

Crema 1908: Marenco, Matei, Giosu, De Angeli, Scietti, Incatasciato (60’ Cesari), Pagano, Porcino, Ferrari (60’  Ganci), Radrezza (60’ Magrin), D’Appolonia (87’ Campisi). (A disposizione: Prudente, Cazé, Di Stefano, Stringa, Anastasia). All.: Stankevicius

Arbitro: Bianchi di Prato (assistenti Gookooluk di Civitavecchia e Cecchi di Roma 1)

Reti: 2’ Baschirotto (V), 51’ Mastrototaro (V), 59’ Rossi (V), 91’ Rantier (V), 94’ Porcino (C)

Note: Ammoniti Carrozza, Barba (V), Incatasciato, Magrin, D’Appolonia (C). Espulso all’89’ Giosu (C) per doppia ammonizione. Spettatori 150 circa, corner 2-5, recupero 0’ e  4’.