Reggiana, per la Serie C pronto un budget da 3,5 milioni

di Nicolas Lopez
Fonte: gazzetta di reggio
Vedi letture
Foto

In attesa che il destino stagionale della Reggio Audace si compia, i soci hanno già delineato i possibili scenari futuri e soprattutto ragionato sulle implicazioni economiche.

Tra giocare ancora in serie D o ottenere la C (vincendo il campionato o più probabilmente con il ripescaggio) c’è di mezzo un milione e mezzo di euro di differenza in termini di costi.

Per questa stagione le spese della Reggio Audace si aggirano su 2,2 milioni di euro (il Modena ha speso circa 3,5 milioni). In caso di categoria superiore i costi, è stato stimato, salirebbero ad almeno 3,5/4 milioni. In base alle previsioni degli introiti i soci ritengono di dover mettere di tasca loro un milione di euro per ripianare le perdite.

In serie C i ricavi consistono principalmente nelle sponsorizzazioni, biglietti dello stadio e contributi federali. Quest’anno la Reggio Audace viaggia verso i 900mila euro di sponsorizzazioni: una cifra che non ha eguali in D e che dimostra che comunque il marchio granata (anche se non è ancora quello “vero”) resta un bel veicolo di promozione pubblicitaria. Nell’ultimo anno di serie C la Reggiana aveva raccolto 2 milioni di euro dagli sponsor, una somma straordinaria che però non sarà facile eguagliare. Dai biglietti la Reggiana di Piazza ha incassato 450mila euro nell’ultima stagione. I contributi della serie C per chi rispetta le regole sui giovani ammontano a circa 250mila euro (per questa stagione la regola impone che su 22 giocatori ve ne siano in lista non più di 14 nati prima del 1 gennaio 1996). Passare dai dilettanti ai professionisti comporta il raddoppio dei costi per i tesserati (in serie D ci sono solo rimborsi per gli atleti). Di certo non ci sarà la struttura e gli emolumenti dell’epoca dei Piazza ma comunque i soci dovranno farsi carico di un impegno significativo. L’ad Mauro Carretti ha ripetuto in più occasioni che la sostenibilità economica è un obiettivo che la società non vuole perdere di vista. Sostenibilità relativa, perché comunque in D o in C ci vuole sempre qualcuno che mette soldi a fondo perduto.

Come noto l’attuale compagine societaria sta cercando qualche partner dopo l’accordo con Romano, ma al momento nessuno (perlomeno nessuno di affidabile) si è fatto avanti. Continuano invece ad avvicinarsi nuovi sponsor e questo è un aspetto molto importante. Alla presentazione del centenario è intervenuto Nicola Pumilia, direttore responsabile del progetto Autonomy di Fiat Chrysler Automobiles. Fca sponsorizzerà la Reggio Audace Special, che milita nel campionato Quarta Categoria. Il tramite per questa importante sponsorizzazione è stato il presidente Luca Quintavalli, che con la sua Olmedo opera nel settore dell’allestimento dei veicoli per disabili.