Modena, Ferrario: "Dimostreremo che gli attributi non ci mancano"

di Maria Lopez
Vedi letture
© Foto di Modena Fc 2018
© Foto di Modena Fc 2018

Il Modena è tornato ad allenarsi, ieri, dopo il ko di domenica contro il Classe. Una sconfitta che nessuno si attendeva, anzi, in molti già pregustavano l'aggancio alla Pergolettese (che oggi recupera il match col Ciliverghe) in vetta per mettere pressione ai ragazzi di Contini e sperare che il doppio impegno ravvicinato (oggi e domenica, ndr) potesse agevolare la truppa di Bollini.

Progetti infrantisi sul campo del Braglia. Tutti rammarcati ma è in questo momento che i leader della squadra possono trovare le parole giuste per ribaltare la situazione psicologica in cui inevitabilmente è piombato lo spogliatoio. Uno di questi è il bomber Carlo Ferrario: "Sapevamo tutto di questa partita contro il Classe. Avevamo parlato e analizzato in anticipo il loro atteggiamento chiuso ma ordinato e di come sarebbe stato complicato trovare spazi per attaccare. Purtroppo siamo stati imprecisi e precipitosi. Dovevamo sfruttare meglio le situazioni di gioco che eravamo stati capaci di creare, specie in avvio del secondo tempo. Avremmo dovuto affrontare la gara più decisi, metterli sotto sin dall'inizio e portarli all'errore dentro la loro area. Invece non ci siamo riusciti e il Classe, buttando via la palla, ci ha sempre respinti costringendoci ogni volta a ricominciare dalle nostre retrovie. È un ko amaro, pesante. Però non deve diventare un peso, se così fosse allora vorrebbe dire che non crediamo in quello che stiamo facendo. Invece siamo convinti e determinati. Il campionato non è finito. Testa alta e ricominciare a correre. Non possiamo fare altro. Ci teniamo i fischi, meritati ma che ci aiutano a maturare. Mancanza di attributi? Non credo, però dobbiamo dimostrarlo già da domenica prossima».