La vittoria non basta ad Antonioli: "Non sono contento. Noi siamo la Reggiana..."

di Ermanno Marino
Vedi letture
Foto

La Reggiana vince in casa del Zola. Tre punti importantissimi per la classifica e per far rimanere aperto il discorso del secondo posto. Una prestazione però che non è piaciuta al tecnico Mauro Antonioli che ha commentato così il successo di ieri: "Non sono assolutamente contento della prestazione. L’ho detto ai ragazzi negli spogliatoi e ora non ho problemi a ripeterlo qui. Abbiamo avuto la fortuna di passare in vantaggio con due calci di punizione, che comunque proviamo in allenamento, abbiamo rischiato di fare il terzo gol ma poi abbiamo mollato, come al solito a livello mentale, nell’intensità. Non è nemmeno un fatto fisico perché siamo partiti subito male. Ho tolto Osuji alla mezz’ora, come avrei potuto cambiare altri. Lui ha sbagliato tutti i palloni e non potevo tenerlo in campo e non aveva problemi fisici. Non so più cosa fare se a quattro giornate dal termine abbiamo ancora questo atteggiamento, quando ci sono ancora degli obiettivi da raggiungere. Ho sempre difeso tutti, capisco che l’Axys Zola sia una buona squadra, ma noi siamo terzi e siamo la Reggiana. Di questo passo, con questo atteggiamento, non vinceremo di certo con il Modena ai playoff. Sono limiti che abbiamo dall’inizio e sui quali abbiamo lavorato. Ma quando poi pensi di aver risolto, ecco che si ripetono gli stessi errori. Luca Zamparo? Vedi lui che fa questi scatti a fine partita e altri che invece non li fanno e questo non mi sta bene. Dammacco? Ha giocato bene a sprazzi e nel primo tempo. Bisogna giocare bene fino al 90’, come Zamparo, altrimenti finisce come nel derby, dove abbiamo fatto bene nel primo tempo ma poi ci hanno messo sotto".