Acireale, passo indietro del presidente Cannavò: "Lo faccio per il bene della squadra"

di Ermanno Marino
articolo letto 517 volte
Foto

Si è dimesso il presidente dell'Acireale Gianluca Cannavò. A spiegare i motivi è lo stesso ormai ex numero uno del club granata: "In questi mesi ho perseguito una missione che era quella di far continuare il calcio ad Acireale, far vivere ai tifosi le emozioni che i colori granata sanno regalare.
Ma il progetto che ho ideato e realizzato con passione e dedizione necessita del coinvolgimento totale di tutti gli attori e necessita soprattutto di una comunione di intenti e al suo interno deve essere privo di qualunque forma di dissenso. L'incarico che l'assemblea del 4 luglio 2018 mi ha conferito, pur nella consapevolezza della limitatezza delle risorse, cioè creare il progetto sportivo ed iscrivere la squadra al campionato per la stagione 2018/19 l'ho compiuto e ritengo pure con merito così come da tutti riconosciuto, ma credo sia doveroso lasciare spazio ad altri dopo aver udito nel corso dell'assemblea dell'associazione Noi Siamo Acireale alcuni Soci affermare che la mia figura può essere di ostacolo avendo ricoperto ruoli pubblici e avendo una mia ben precisa idea politica. Pertanto, nel corso dell'assemblea, ho deciso di fare un passo indietro, per il bene della mia squadra del cuore. Posso con serenità affermare di avere in questi 10 mesi messo tutto me stesso e buttato il cuore oltre l'ostacolo e soprattutto di aver messo la faccia quando altri scappavano. Da tifoso, da sempre vicino ai colori granata, non farò mai mancare il mio sostegno per quelle che sono le mie possibilità. Lascio in buone condizioni la società granata e soprattutto nelle mani del direttore generale Giuseppe Fasone, persona capace e grande tifoso che fin dall'inizio ha sposato il progetto. Ringrazio i gruppi organizzati, i tifosi, i soci e la città tutta per la fiducia che hanno riposto in me. Un grazie al direttore sportivo Leonardo, al mister e a tutti i giocatori e tesserati della ASD Città di Acireale 1946".

 


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy