SEZIONI NOTIZIE

Potenza, il presidente Caiata: "Non si tornerà più in campo"

di Redazione NotiziarioCalcio.com
Fonte: tiforeggina.it
Vedi letture
Foto

Salvatore Caiata, presidente del Potenza, intervenuto alla diretta social di Eleven Sports, ha parlato del momento della sua società:

“Ci manca il campo, ma siamo in una situazione di grande emergenza, mai accaduta prima. Ci dispiace aver interrotto perché stavamo facendo un grande campionato, ma ho preferito mandare i calciatori a casa dalle rispettive famiglie“.

Sul futuro del torneo di serie C: “Sono convinto che non si tornerà più in campo. Non ci sono le condizioni per tornare in breve tempo ad allenarsi e tornare in campo. Usciremo da questa situazione completamente diversi, siamo disabituati alle relazioni sociali. Il 30 giugno è una deadline invalicabile, andare oltre è una cosa che a mio avviso non si può fare. Mi piacerebbe almeno che si possano giocare playoff e playout per dare valenza alla stagione sportiva, ma di fronte ad una pandemia mondiale noi siamo un puntino. Dobbiamo attenerci in silenzio e osservare le disposizioni. Tutto questo provoca gravi danni, il calcio è la terza industria del Paese per addetti e fatturato, il nostro campionato è il più vulnerabile e si prendono introiti come incassi da stadio, da sponsor e sopratutto quelli derivanti dalle tasche dei presidenti, che spesso sottraggono alle loro famiglie e alle loro aziende delle risorse per destinarle a questo divertimento: e i presidenti saranno costretti a scegliere tra le loro aziende e le squadre di calcio. Si non troviamo il modo per avere la sostenibilità del campionato, è evidente che molte squadre non si iscriveranno e non riusciranno a pagare gli stipendi dei prossimi mesi e molti calciatori e allenatori dovranno rinunciare alle loro spettanze. Speriamo di poter assicurare ai nostri tesserati la cassa integrazione, che consentirà loro di portare a casa dieci/dodicesimi del loro ingaggio annuale“.

Sull’eventuale ripresa del torneo: “Si dovesse tornare in campo, a quel punto potrebbero saltare tutte le gerarchie. Sarebbero playoff con il punto interrogativo, una outsider potrebbe anche fare il colpo“.

Altre notizie
Sabato 4 Aprile 2020
20:30 Serie D Sangiustese, il presidente Tosoni: "Difficile tornare alla normalità" 20:00 Serie C AZ Picerno, iniziativa benefica della società 19:30 Serie D Verbania, Fortis: "Viviamo di turismo, stagione compromessa. Porte chiuse ulteriore danno" 19:00 Serie C Stipendio di marzo al 50%: succede in una compagine di serie C 18:30 Serie D Vastogirardi, Kyeremateng: "Vorrei sempre giocare, ci teniamo pronti" 18:00 Serie C Pergolettese, il dg Fogliazza: "In Lombardia c'è lo tsunami. 20 aprile data decisiva" 17:45 Esclusiva NotiziarioCalcio San Tommaso, Savarise a NC: "Su ripresa dei campionati non decidono solo i club" 17:30 Serie C D’Agostino, un mese poi lo stop: «Pronto a rilanciare l’Avellino» 17:00 Esclusiva NotiziarioCalcio Roccella, il ds Curtale a NC: "Forti danni economici, a rischio stipendi e trasferte" 16:30 Serie D Mantova, Merighi: "Per tornare in campo servirà una nuova preparazione" 16:00 Serie D Cjarlins Muzane, Mehdi Kabine: "In serie C con questa maglia" 15:30 Serie D Taranto, Masi: "La squadra si mantiene allenata. L'opzione più giusta sarebbe..." 15:00 Esclusiva NotiziarioCalcio Arconatese, il presidente Sannino a NC: "Fermi gli introiti, futuro tutto da vedere" 14:30 Calcio femminile Walter Novellino: "Calcio femminile cresciuto tantissimo" 14:00 Serie C Il presidente Ghirelli: "Se crolla il castello, conto salato da pagare" 13:30 Serie D Coronavirus, il grande cuore della Serie D: tutte le iniziative solidali 13:00 Esclusiva NotiziarioCalcio Fezzanese, il dg Monacizzo a NC: "Lotta a due per la C. Futuro? Aspettiamo..." 12:30 Serie D Dalla panchina al centralino: l'ex Ciliverghe Carobbio volontario nella sua Nembro 12:00 Serie D Serie D, ecco come si è congelata la lotta promozione a 496 gare dal termine 11:30 Serie D Aspiranti allenatori: la Figc fa partire le prime lezioni on-line