Vico Equense, Gargiulo: "Sarà bello giocare contro il Sant'Antonio Abate"

di Anna Laura Giannini
articolo letto 73 volte
Foto

Serenità e consapevolezza, con queste due armi il Vico Equense si deve avvicinare alla sfida in casa del Sant'Antonio Abate, parola di Leonardo Gargiulo.

L'esperto difensore analizza con lucidità il momento degli azzurro-oro a pochi giorni dal big match del Varone: "Dobbiamo allenarci come sempre, guai a farlo in maniera diversa dalle altre settimane. Piuttosto, visto il livello degli avversari sarà necessario alzare il nostro livello di concentrazione. Fin qui abbiamo accusato qualche passaggio a vuoto di troppo nonostante i risultati ci stiano dando ragione perché stiamo avendo la necessaria continuità di rendimento".

Gargiulo, dunque, ritiene che il miglior Vico si debba ancora vedere: "Abbiamo ampi margini di miglioramento - spiega l'ex del Sorrento -, dobbiamo ad esempio crescere nella gestione dei momenti delle partite e questo dipende essenzialmente da noi esperti. I giovani, invece, debbono capire che questa può essere per loro una grande occasione, possono sfruttarla perché hanno grandi qualità che spero mettano in mostra a Sant'Antonio, in una partita che sarà bello giocare". A proposito, mister Spano spera di recuperare i due "under" Francesco Correale - reduce da una botta al polpaccio rimediata a San Giuseppe - e Ciro Coppola, vittima di un affaticamento. Sempre ai box il difensore Del Franco, che sta guarendo da un problema muscolare.


Altre notizie
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy