SEZIONI NOTIZIE

La partita finisce 8 contro 11: Marcianise sciupone, Maddalonese eroica

di Anna Laura Giannini
Vedi letture
Foto

Marcianise sciupone, Maddalonese eroica, gialloverdi senza l’acuto vincente, granata con carattere da vendere. Izzo imprendibile, Cerreto insuperabile. Si chiude a reti bianche il derby del girone A di Eccellenza. Un punticino che muove la classifica di entrambe ma che non deve assolutamente far immaginare ad una partita priva di emozioni. Tutt’altro. Sono stati novantacinque minuti intensi e senza esclusione di colpi con il Marcianise che ha avuto più volte il match point e la Maddalonese che ha mostrato grinta e maturità da vendere. Non poco per una squadra alla sua seconda apparizione in un campionato nuovo.

Partita caratterizzata da ben tre espulsioni nelle fila granata. Tre cartellini rossi forse meritati che però non hanno permesso ai ragazzi di mister Portone di poter disputare la gara preparata in settimana. In particolare, l’ultimo quarto d’ora in 8 contro 11 ha rimandato al calcio di una volta con degli autentici assalti nell’area della Maddalonese e con i padroni di casa completamente riversati in avanti. Eroe indiscusso della giornata e migliore in campo per distacco è stato sicuramente Michele Cerreto, portiere classe ’87, maddalonese doc, da tre anni punto fermo in campo e negli spogliatoi.

La sua partita è stata epica con almeno quattro interventi miracolosi che hanno permesso alla Maddalonese di mantenere l’imbattibilità. Nel Marcianise è mancato solo il gol ma, l’undici di mister Formicola (al debutto assoluto in campionato dopo le due gare rimandate per covid) può consolarsi con le ottime prove fornite dal già citato Izzo, da Falco e da Romano, autentici uomini a tutto campo. Primi venti minuti di assoluto dominio gialloverde: al 13’ l’occasione è addirittura doppia. Su angolo di Izzo è Balzano a colpire di testa con la palla che centra l’incrocio dei pali e ricade sulla linea. Su azione seguente, Romano si presenta da solo davanti al portiere ma, Cerreto apre il suo personale show con una respinta prodigiosa. Al 20’, sempre da azione di angolo, Falco si esibisce una torsione super ma, il pallone non centra lo specchio della porta. Al 30’ occasione Maddalonese con il lancio di Pingue che mette Di Pietro davanti al portiere ma l’esterno dell’attaccante è fiacco e termina tra le mani di Formisano. Il primo tempo si chiude con il doppio giallo a Ferraro e la conseguente espulsione.

Nella ripresa una Maddalonese trasformata diventa a sprazzi padrona del campo. Al 70’ su un cross spizzato da Di Mauro, Di Pietro si avventa come un avvoltoio ma l’aggancio non è vincente. Poi i cinque minuti di follia: rosso diretto a Posillipo che si lamenta dopo un’ammonizione ed ancora un doppio giallo a Zacchia. Ecco che Cerreto rende gloriosa la sua giornata: al 79’ blocca un tiro ravvicinato di Cifani su un rasoterra velenoso di Romano. All’85’ ancora Cifani su punizione dal limite e palla tolta dalle ragnatele dell’incrocio, al 91’ ancora un miracolo su colpo di testa che seguiva gli sviluppi di un angolo. Il Marcianise non trova più sbocchi, la Maddalonese conquista un punto d’altri tempi. Tra i granata citazione d’obbligo anche per De Fenza, semplicemente di un’altra categoria, e Della Venturache ha messo in campo tutta la sua esperienza durante le fasi delicate del match. Un derby intenso che, si spera, non venga rovinato dalle voci sempre più insistenti di un nuovo stop al calcio dilettanti

Marcianise- Maddalonese 0-0

Marcianise: Formisano, Ciano, Severino (13’ Federico, 75’ Del Prete), Costagliola (60’ Padovani), Vertola, Falco, Gallicchio (70’ Gallicchio), Romano, De Filippo, Balzano, Izzo (65’ Cifani). A disp.: Onofrio, Vertuccio, Amabile, Rigamonti. Allenatore: Formicola

Maddalonese: Cerreto, Ferraro, Lanni (65’ Natale), Posillipo, De Fenza, Della Ventura, Pingue, D’Andrea (68’ Della Valle), Di Mauro (69’ Di Mauro), Di Pietro (85’ Foresta). A disp.: Errico, Viscovo, Desiato, Caruso, Di Resta. Allenatore: Portone

Arbitro: Russo di Ariano Irpino

Ammoniti: Gallicchio, Romano, Di Mauro, Della Ventura, Saccavino

Espulsi: Ferraro al 41’ per doppia ammonizione, 73’ Posillipo per comportamento scorretto, 84’ Zacchia per doppia ammonizione

Note: Angoli 5-0, pomeriggio nuvoloso con rovesci temporaleschi

Altre notizie
Giovedì 22 ottobre 2020
12:00 Esclusiva NotiziarioCalcio Chions, il presidente Bressan a NC: «Siamo un cantiere aperto, ci vuole pazienza. Trento davanti a tutte» 11:45 Eccellenza Dilettanti sempre più a rischio: a Lombardia e Basilicata pronte ad aggiungersi altre regioni 11:30 Calciomercato Real Agro Aversa, in chiusura un nuovo arrivo per il centrocampo 11:24 Eccellenza La Regione Basilicata ferma i Dilettanti a tutti i livelli. Ecco l'Ordinanza 11:15 Serie A Lotta al Covid-19, la Roma installa gli anti-focolai "Spary for life" 11:03 Attualità Il governo valuta un nuovo lockdown. Premier Conte parla in diretta 11:00 Serie D Rieti, c'è un tesserato positivo al covid-19. La squadra va in bolla 10:57 Calcio giovanile Campionato Primavera 2, il programma della 3a giornata 10:45 Serie D Arzignano alla prova Union Feltre. Spinale punta al colpo esterno 10:30 Eccellenza UFFICIALE: Marsala, nuovo amministratore unico del club 10:15 Eccellenza Sporting Ariccia, il diggì De Rossi: «Stiamo rinforzando la squadra» 10:00 Esclusiva NotiziarioCalcio Montespaccato, mister Ferrazzoli a NC: «Vogliamo fare un campionato ambizioso. Girone con grandi allenatori...» 09:30 Serie C Padova, Mandorlini: «Ho visto molti aspetti positivi nonostante i 7 indisponibili» 09:00 Serie D Serie D, sabato in programma un solo anticipo 08:30 Serie D Da domenica arriva l'ora solare: si scenderà in campo alle 14.30 08:00 Serie D Serie D, covid protagonista: non si giocheranno otto partite 07:30 Eccellenza La regione Lombardia ha scelto: stop ai campionati oltre il termine previsto 07:00 Serie D Serie D, i risultati ed i marcatori degli otto recuperi giocati ieri 06:30 Serie D Il ministro Spadafora: «Situazione difficile, i campionati si preparino a...» 02:30 Attualità Favaretto: "Non capisco lo stop ai campionato. È una discriminazione..."