Imperia e Genoa nel ricordo delle Leggende

di Anna Laura Giannini
Vedi letture
Foto

Una giornata di festa. Un’amichevole giovedì nel segno dei comuni valori dello sport e nel ricordo di due uomini speciali nella storia dell’Asd Imperia 1923 e del Genoa. Nino Ciccione, Luigi Ferraris. A loro sono intitolati gli stadi delle due città dopo la loro morte sul campo di battaglia nella Grande Guerra. Il Grifone si metterà in viaggio per il ponente per omaggiare il ricordo di Nino Ciccione nel centenario della scomparsa, unendo quello dell’ex capitano rossoblù. Il test con la squadra nerazzurra, nelle posizioni di vertice del campionato di Eccellenza, offre l’occasione per rinverdire la memoria e, perché no, festeggiare con i genoani della riviera, a partire dai soci del locale Genoa Club, il successo con la Juventus. Il calcio d’inizio è alle 15:30. Il prezzo dei biglietti: 10 euro per la tribuna, 5 euro per la gradinata nord e sud mentre per tutti i nati fino al 31/12/2010 l'ingresso sarà gratuito. 

"Siamo molto contenti di disputare questa amichevole contro il Genoa per il valore che ha e per quel che rappresenta” commenta il capitano dell’Imperia Alessandro Ambrosini. “Ricordare due grandi persone come Nino Ciccione e Luigi Ferraris, in una partita, è molto bello e finché ci saranno iniziative di questo tipo non si dimenticheranno mai. Onoreremo la partita cercando di dare il meglio di noi stessi contro un avversario dal grande blasone, storia e importanza come il Genoa. Proprio per questo speriamo che più gente possibile venga ad assistere ad una partita che a Imperia manca da tantissimo tempo e che siamo sicuri possa far divertire dai più grandi ai più piccoli". 

Tra i protagonisti ci sarà il capitano del Grifone Mimmo Criscito. “Ringraziamo l’amministrazione e tutto l’Imperia Calcio per l’invito e la bella idea di ricordare congiuntamente Nino Ciccione e Luigi Ferraris, due leggende sulle rispettive piazze. L’Imperia è una storica realtà del calcio ligure e sarà un piacere restituire la visita ricevuta a dicembre a Pegli. Da ligure d’adozione faccio il tifo perché il movimento cresca sempre di più e ottenga risultati in grado di ripagare degli sforzi che si fanno per mantenere in vita le tradizioni e guardare al futuro con prospettive. I giovani che si avvicinano allo sport hanno il diritto di avere davanti modelli ed esempi positivi, proprio come quelli dati da uomini che hanno sacrificato se stessi per la patria e la comunità”.