Torneo delle Regioni, Allievi: le qualificate ai quarti. Imprese di Toscana e Lazio

di Ermanno Marino
Vedi letture
© Foto di Lnd.it
© Foto di Lnd.it

Verdetti definitivi anche negli Allievi: passano come prime Veneto, Trento, Marche, Bolzano e Lazio, mentre Liguria, Molise e Toscana ottengono il pass come migliori seconde. Solo tre squadre su otto si confermano al turno successivo rispetto alla scorsa edizione del torneo (Veneto,Liguria e Toscana). Questi gli abbinamenti dei quarti di finale in programma mercoledì alle ore 11: Veneto-Toscana, Trento-Molise, Marche-Liguria e Bolzano-Lazio.

GIRONE A: A San Giovanni Incarico le Marche battono un Friuli già fuori dai giochi e conquistano il primato. Grande delusione in casa Sicilia che prima accarezza la gioia della qualificazione col pareggio nel recupero contro la Lombardia, ma poi viene beffata dalla Toscana in extremis per il passaggio del turno.

GIRONE B: E' Stauciuc l'eroe di giornata per la Toscana. Col risultato inchiodato sullo 0-0 contro la Basilicata, l'attaccante realizza una doppietta in pieno recupero e lancia i suoi compagni ai quarti. Determinante la differenza reti che premia di un solo gol i toscani ai danni della Sicilia. Chiude in testa il Trento col 2-0 sull'Umbria.

GIRONE C: Straripante il Veneto che chiude il girone con un 5-0 alla Liguria e si qualifica come unica regione a punteggio pieno. I campioni in carica sono anche il miglior attacco di categoria con 12 reti realizzate. Inifluente il risultato per i liguri già qualificati da ieri. Pareggio a reti inviolate nell'altra gara tra Sardegna e Abruzzo.

GIRONE D: Il pareggio per 1-1 premia sia Bolzano che Molise, entrambe ai quarti. Di un solo gol la differenza reti che consegna il primato alla formazione di Obrist. Scatto d'orgoglio della Calabria che batte la Puglia e ottiene la prima vittoria in questa categoria.

GIRONE E: In pieno recupero Cifarelli acciuffa il pari contro il Piemonte e permette al Lazio di raggiungere a quota cinque punti la Campania vincente contro l'Emilia Romagna. Anche in questo caso entra in gioco la differenza reti che premia i laziali.