Rappresentativa Serie D da sballo: Spal battuta 2-0

di Francesco Vigliotti
Vedi letture
Foto

Brilla la maglia della Serie D sul campo del “Nannotti” di Badesse (Si) dove la Rappresentativa Serie D ha superato di slancio la Spal per 2-0 nella seconda giornata del girone della Viareggio Cup. Le due perle nel primo tempo di Morello (12’) e Trevisan (27’), due tiri dalla distanza di rara bellezza, hanno indirizzato il match dominato dalla Rappresentativa che ha sfoderato una prestazione da brividi sulla pelle. Gli juniores dei club della Serie D hanno messo in cassaforte il risultato nei primi 30’ e poi hanno controllato l’incontro rischiando poco o nulla e sfiorando più volte il tris. Con questo successo gli arancioni scattano in testa alla classifica con 4 punti superando proprio gli estensi in attesa dell’altra partita del girone Under19 Cina-Salernitana in programma questa sera alle 20:30.

Mister De Patre cambia sei undicesimi rispetto alla prima gara, tre nuovi innesti nella linea difensiva, Petricci e Trevisan dal 1’ sulla mediana davanti al reparto arretrato, Kouadio sale a centrocampo, Morello scala dietro, Sall unica punta. Anche la Spal corregge l’assetto tattico rispetto all’esordio, da 3-4-3 passa a un più compatto 4-4-2. Pronti via e Marzupio in area manca la deviazione vincente in mischia. Un paio d’incursioni degli estensi non vanno a buon fine. Al 12’ passa la Rappresentativa con una perla di Morello che partendo da sinistra supera un uomo, si accentra e con una stilettata chirurgica inquadra l’angolo giusto a fil di palo dove non può arrivare Fallani. La Spal prova a reagire, la Rappresentativa controlla senza affanni. Al 27’ raddoppia la D, Sall s’incunea in area da destra, appoggia la sfera al limite dell’area per Trevisan che di contro balzo batte Fallani con un tiro bello e angolato. La Rappresentativa insiste in avanti stavolta con Sannipoli che crea scompiglio nell’area avversaria. Al 36’ Rizzopinna scatta sul filo del fuorigioco in zona centrale ma non inquadra la porta. Tre minuti dopo altra mischia in area estense e il solito Marzupio fa valere la sua fisicità ma non riesce a coordinarsi.   Al 43’ grande chiusura di Shiba che sventa un pericolo in area. E’ l’ultimo episodio degno di nota di un primo tempo colorato di arancione. Al 3’ della ripresa Sall viene abbattuto da Fallani, per l’arbitro è rigore, per l’assistente non c’è fallo, si riprende da una rimessa dal fondo. I ritmi rimangono alti, si lotta su ogni pallone, scorrono i minuti e la Rappresentativa continua ad occupare bene il campo con personalità e sicurezza. Sono ancora i ragazzi della D a rendersi pericolosi al 30’ con un bell’assist di Morello che Sall devia di testa a pochi centimetri dal legno. Al 39’ un brivido per la Rappresentativa, Minaj di testa sfiora la traversa, uno dei pochi sussulti della Spal. Scorrono gli ultimi minuti con la Rappresentativa in pieno controllo della gara che si chiude con un successo bello e meritato degli juniores della D.

Nella terza partita del girone, in programma sabato 16 marzo alle ore 15 sul campo “Raciti” di Quarrata, la Rappresentativa deve vincere con la Salernitana per ambire al primo posto. Di questo successo rimane negli occhi una prestazione di un gruppo convinto e deciso che ha giocato come fosse un club annullando quasi miracolosamente quel gap tattico inevitabile per una rappresentativa allestita in pochi raduni.

La Rappresentativa ha dimostrato di essere un gruppo omogeneo in cui non ci sono primedonne, un atteggiamento positivo che i calciatori si portano dietro dall’esperienza sui campi impegnativi della Serie D. Un dato che certifica la qualità della rosa, nelle prime due gare De Patre ha già utilizzato 20 giocatori sui 23 a disposizione compresi i portieri. Entusiasta l’autore del vantaggio Mattia Morello:” Abbiamo vinto la prima delle due finali, volevamo dare il massimo e ci siamo riusciti. Vogliamo passare il turno, siamo venuti qui per andare più lontano possibile”. Determinato anche l’altro marcatore della gara Matteo Trevisan: “Siamo stati dei tori, sapevamo che non potevamo più sbagliare dopo il pareggio della 1^ giornata. Giocando nel campionato di Serie D siamo abituati alle pressioni ed oggi l’abbiamo dimostrato”.  Mister Tiziano De Patre è soddisfatto: “ I ragazzi hanno risposto facendo tutto quello che avevo chiesto alla vigilia, meno poesia e più sostanza. Ho visto il carattere che serve in queste competizioni, dobbiamo continuare così cercando di essere ancora più determinati sotto porta”. Il Coordinatore del Dipartimento Interregionale e Capo Delegazione della Rappresentativa Luigi Barbiero ha apprezzato la prestazione dei ragazzi:” Abbiamo conquistato una vittoria ampiamente meritata giocando bene. In campo ho visto lo spirito giusto, un gruppo unito che si aiuta soprattutto nelle difficoltà. Questa vittoria è un’iniezione di fiducia per l’ultima e decisiva partita del girone da affrontare con la stessa umiltà, determinazione e concentrazione”.

 

Rappresentativa Serie D-Spal 2-0

Rappresentativa Serie D (4-2-3-1): Loliva (‘00-Gravina); Shiba (’01-Sangiustese), Marzupio Cap. (’00-Virtus Bergamo), Camarà (’00-Cassino), Giosù (’00-Crema) 20’st Koni (’99-Virtus Bolzano); Petricci (’01-Sporting Trestina) 12’st Langone (’00-Picerno), Trevisan (’00-Trento); Kouadio (’99-Lanusei) 41’st Ampollini (’00-Seregno), Sannipoli (’00-Trastevere) 20’st Ferrante (’01-Gavorrano), Morello (’99-Pergolettese) 41’st Lapenna (’00-Aprilia); Sall (’00-Pro Dronero). A disp: Sprecacè (’00-Recanatese), Burigana (’01-Belluno),Ingrosso (’00-Audace Cerignola), Messori (’00-Modena), Sidibe (’00-Troia), Esposito (’00-Gelbison), Kallon (’01-Savona). All: Tiziano De Patre

Spal (4-4-2): Fallani; Milani, Pessot, Salvi (Cap.), Fracas; Ielo (1’st Soina), Aziz (22’st Chakir), Samotti (28’st Nikolic), Rizzopinna (15’st Minaj); Gibilterra (1’st Cuellar), Babbi (28’st Tunjuov). A disp: Seri, Campi, Cannistrà, Martina, Valesani, Zamuner, Alessio, Biolcati. All: Marcello Cottafava

Arbitro: Gabriele Scatena di Avezzano

Assistenti di linea: Markiyan Voytyuk di Ancona e Paolo Biancucci di Pescara

Reti: 12’pt Morello (R), 27’pt Trevisan (R)

Ammoniti: Giosù, Trevisan (R), Aziz (S)

Recupero: 2’ + 5’

Spettatori: 150 circa