SEZIONI NOTIZIE

L’eFemminile saluta l’ingresso nelle neroverdi teatine

di Ermanno Marino
Vedi letture
Foto

Sui campi virtuali della play station il tecnico Lello Di Camillo è pronto a schierare Giada Di Camillo, il capitano; Giulia Di Camillo; e Marija Vukcevic (tutte e tre nell’immagine).

Le neroverdi optano, dunque, per un difensore, una centrocampista e un’attaccante. Queste le parole di Giada, terzino destro classe 90’: “Sarà una bella esperienza. La LND ci sta dando una grande opportunità: quella di divertirci due volte, sul campo e online. Per noi è la prima partecipazione al campionato eSport, e ovviamente vogliamo ben figurare, per rendere ancora più elettrizzante la competizione. Non resteremo a guardare insomma. Sarà una bella occasione di visibilità per il nostro club. Il presidente Gubbiotti è molto felice di averci dato l’ok a questa partecipazione che rientra totalmente nel progetto calcio femminile e nella crescita di tutto il movimento”. Per Giulia, appassionata di play station, sarà motivo di divertimento e occasione per realizzare tanti gol straordinari, così come per Marija amante del dribbling, che potrà spaziare con la sua fantasia e riproporre poi giocate esaltanti in campo. Giulia Di Camillo, con le sue parole, regala un inno alla città: “Insieme a mia sorella portiamo in alto da anni il nome di Chieti, e lo faremo anche in questo torneo virtuale. Chieti è la città dove siamo nate e cresciute. L’amore per i colori neroverdi è innato e molto intenso. Sarà divertente e curioso confrontarci con calciatrici di altri gironi e del nostro”. In linea anche Marija Vukcevic, attaccante del Chieti e capitano della nazionale montenegrina: “Non amo particolarmente giocare online, preferisco la realtà del campo. Ma questa è una iniziativa che merita e va premiata. È un tassello in più da aggiungere alle mie tante esperienze fatte nel mondo calcio femminile”, afferma Marija, teatina acquisita, che accetta la sfida virtuale con grande entusiasmo. Chiude Lello Di Camillo, ormai storico allenatore del Chieti Calcio Femminile: “Sono contento che le mie giocatrici possano divertirti anche fuori dai campi di gioco. Quella della Lnd è una bella iniziativa, e spero che sia solo una di tante altre che verranno. Sotto il segno di una continua crescita del calcio femminile”.

Altre notizie
Giovedì 25 febbraio 2021
14:45 Serie D Luparense, mister Zanini: «Si gioca ogni tre giorni, ci sta che non sia stata una partita lineare» 14:30 Serie D Taranto, Rizzo è sicuro: «Abbiamo dato tutto. Domenica ci riscatteremo» 14:15 Serie C Virtus Francavilla, il ds Fernandez: «Da anni un lavoro importante, il pres è bravo a sceglierci» 14:07 Serie D Seriamente a rischio un'altra gara del girone H 14:00 Serie D Dattilo, Chianetta: «Non usciamo ridimensionati da Messina. Ci manca un rigore...» 13:55 In Copertina Ripresa campionati di Eccellenza, due indizi fanno una prova? 13:45 Serie D Nardò, Donadei: «Dato una lezione di calcio. Brindisi? Non c'è due senza tre...» 13:30 Serie D Sangiovannese, Morandini: «Ko col Trastevere ci può stare, ma con la Sinalunghese...» 13:15 Serie D Recanatese, mister Pagliari: «Pera fuori? Scelta tecnica...» 13:00 Serie D Imperia, mister Lupo: «Rissa nel finale? Ho preso una cartella in faccia, ma pur di vincere...» 12:55 Calciomercato Agnonese, trattativa in corso con un centrocampista offensivo 12:45 Serie C Olbia, il presidente Marino: «Non dobbiamo battere i pugni, ma capire come possiamo essere più utili» 12:40 Calciomercato UFFICIALE: Nuovo centravanti per il Muravera 12:36 Calciomercato Taranto, è fatta per l'arrivo di un terzino da una big del girone H 12:35 Calciomercato UFFICIALE: Nuovo rinforzo per il centrocampo del Gravina 12:30 Serie D Fasano, mister Costantini: «Bisogna continuare così. Piedi per terra..» 12:25 Serie D UFFICIALE: Emergenza covid, rinviato un match del girone F 12:20 Calciomercato Acr Messina, in arrivo un rinforzo dalla Lega Pro 12:17 Esclusiva NotiziarioCalcio Fidelis Andria, al passo d'addio due over: la situazione 12:15 Serie D Fc Messina, Lodi: «Sappiamo la strada da percorrere. Acireale? Dispiace...»